Prit 2025 (Piano Regionale Integrato Trasporti)

E PRIT” non è un prete della campagna ravennate, ma il Piano Regionale Integrato dei Trasporti che la Regione ha adottato a luglio 2019. Il PRIT 2025 programma, a livello regionale, le infrastrutture dei trasporti per il prossimi 5 anni. La tavola di pag. 2 riporta le previsioni Prit 2025 riferite al territorio comunale di Ravenna e già adottate dagli strumenti urbanistici comunali. Interessanti le novità per Porto Fuori.
PORTO E VIABILITA’ – Oltre alla valorizzazione del Porto di Ravenna, il PRIT 2025, conferma la previsione RUE/POC di un tratto di super strada a nord di Porto Fuori (tratteggiata in rosso), che supererà il Candiano. La nuova strada permetterà un più rapido collegamento alla Romea Nord, Bassette e rete autostradale. Darà continuità all’anello della grande viabilità rappresentata, nel grafico di pag.2, dal circuito rosso che circonda la città di Ravenna. Il raccordo tra Classicana e nuova “bretella” che condurrà a nord avverrà con una grande rotonda poco distante dal lago Max.
BENEFICI PER PORTO FUORI – L’opera, una volta realizzata, diminuirà  il numero di mezzi pesanti, che oggi percorrono la Classicana a ridosso dell’abitato di Porto Fuori. Il traffico pesante proveniente da nord con destinazione Porto San Vitale, giungerà direttamente dal nuovo sotto passo. Quindi a Porto Fuori avremo meno inquinamento acustico e meno polveri. Di pari passo potremo beneficiare di un collegamento più veloce verso il quadrante nord del territorio comunale e l’autostrada per Bologna! Uno scenario di viabilità nuovo ed importante.
VARIANTI ADRIATICA – La cartina di pag. 2 evidenzia anche le varianti di Fosso Ghiaia, Mezzano, Camerlona della Statale Adriatica (E55), che si innesterà direttamente sulla E45, dando così sollievo al tratto di circonvallazione a ovest della città. E’ previsto inoltre il potenziamento della rete ferroviaria sia passeggeri che a servizio del porto e del sistema industriale ravennate.
SOTTOPASSO FERROVIARIO – Viene confermata la realizzazione del sottopasso ferroviario di via Canale Molinetto che ci consentirà di raggiungere il centro città in modo più spedito.
CICLABILITA’ – Il programma include la rete regionale della ciclabilità. Adotta il PUMS (piano urbano mobilità sostenibile) del Comune di Ravenna e quindi anche la nuova pista ciclabile lungo la via Bonifica per Lido Adriano. Questo aspetto abbrevia l’iter di approvazione del progetto di messa in sicurezza della via Bonifica.
FINANZIAMENTI – Un Piano forse tardivo ma ambizioso che tuttavia costituisce il presupposto normativo affinché tali opere ottengano i finanziamenti dello Stato, della Comunità Europea, delle FF.SS., dall’Ente Porto di Ravenna, dalla Provincia e della Regione. Ora tutto sta nel comprendere la graduatoria delle priorità che la Regione vorrà dare alle molte opere previste.