Gregor Ferretti

Incontriamo Gregor Ferretti, 39 anni, personaggio eclettico, sorridente ed estroverso, nato a Lugo, cresciuto a Porto Fuori. Con mamma Maria, babbo Adriano, la sorella Sara e il nipotino Edo. E’ attaccato al paese Gregor dove ha radici profonde. Torna volentieri anche dopo lunghe trasferte. Fin da piccolo, Gregor ha amato le sfide. Disobbedisce al babbo Adriano che lo vuole interista, cacciatore e portuale e “orienta la vela” della propria formazione in campo artistico musicale. Scelta controcorrente rispetto ai coetanei e alla cultura dominante. Accetta di buon grado le fatiche di chi deve mantenersi da solo agli studi. Caparbietà e studio assiduo, gli danno ragione: risultati e soddisfazioni non tardano a venire. Ama le sfide Gregor. Ed ha il coraggio di osare su strade non convenzionali. Oggi Ferretti vive d’arte ed è un giovane promettente in campo artistico musicale. Si è costruito una rete di contatti professionali in tutta Italia. Punta su Milano. Scrive testi e musiche, è cantautore e sceneggiatore, realizza videoclip. Collabora con Enti locali e artisti affermati come la storica band progressive PFM – Premiata Forneria Marconi, che lo ha scelto come autore dei testi del loro ultimo album “Emotional Tattoos” insieme a Franz Di Cioccio. Il suo percorso di studi inizia con l’Istituto d’Arte per il mosaico “Gino Severini” della città. Prosegue poi con la laurea in cinema e televisione al DAMS di Bologna. Fin da giovanissimo Gregor ha una spiccata attitudine per la scrittura. Le sue poesie vengono riprese da quotidiani nazionali. Partecipa e vince importanti concorsi e pubblica le sue raccolte poetiche. Due sono i libri dati alla stampa: “Conflitti postumi (1998 – 2008)”, Moby Dick Editore, 2010 e “Alfabeto della terra e altri canti”, Giuliano Ladolfi Editore, 2014, con postfazione del celebre autore Cheope. Di spiccata musicalità, con l’aiuto dell’elettronica, coniuga le sue parole in musica. Ben presto incontra la scuola di Mogol dove consegue il diploma di “Autore di testi” al Centro Europeo di Toscolano – Cet. E’ lunga la lista dei maestri che hanno accompagnato Gregor nel suo cammino: dai ravennati Marcello Landi, Giuseppe Bellosi e Eraldo Baldini, Luciano Titi a Giulio Rapetti in arte Mogol che come Lucio Dalla lo incoraggia a scrivere e a cantare le proprie canzoni. Sì, Gregor ha una bella voce e scrive ed interpreta brani di successo. Durante l’intervista si sofferma su “Portuale”, brano autobiografico scritto di getto dopo il grave incidente in cui perse la vita il compagno di lavoro Luca Vertullo, canzone che appartiene alla nostra comunità. Incoraggiato da non pochi successi partecipa e vince diversi concorsi. Nel 2012 è ad Area Sanremo con la canzone “La divisione aritmetica” e viene selezionato fra i 40 finalisti dell’accademia di Sanremo giovani. L’incontro col Raglio si conclude con i nostri complimenti per la strada percorsa ed un augurio della redazione di buon proseguimento.