Conad City di Porto Fuori

Intervista al titolare (da il Raglio agosto 2018)

Gianluca Carioli, titolare del Conad City di Porto Fuori (400 mq) e di quello di Godo (1.200 mq), ama la buona cucina e non lo nasconde. Attento ai problemi di Porto Fuori, dove risiede, è sposato con Roberta.  Fin da ragazzo ha avuto  uno spiccato senso per gli affari. Gianluca è solare, paziente ed un gran lavoratore. In scooterone alterna la sua presenza nei due punti vendita con giornate lavorative dilatate. Oltre a sbrigare i lavori in negozio cura la parte amministrativa.

Un carico di lavoro – quello burocratico – che a suo dire è cresciuto negli ultimi anni e richiede buone capacità di risolvere problemi. Luca, come predestinato, a 22 anni è già commerciante. In precedenza è stato garzone di barbiere e manovale in CMC. “Mestieri che non sentivo miei”. Da ragazzo, dopo la scuola,  aiutava i genitori nel bar gelateria di Pinarella. Lavori duri che formano il carattere e affinano le capacità di relazione con la gente. Nel 1985 (con gli zii Arturo e Maria ai quali è riconoscente), ha rilevato il negozio di generi alimentari di via Staggi, di Bruna Merciari e Ivano Asioli.

Oggi a 55 anni, col socio e amico Roberto De Mateis (che opera su Godo), dà lavoro ad una ventina di persone. I due punti vendita hanno la medesima formula commerciale: alimentari, latticini, carne, pane, ortofrutta, surgelati, prodotti per la casa, detersivi e bevande. Per Gianluca difficilmente un giovane oggi potrebbe rifare un percorso simile al suo nel settore del commercio alimentare.

Causa la minor propensione al sacrificio, ma anche perché sono cambiati i tempi. Aprono nuovi super mercati di tipo medio sempre più vicini al consumatore e occorrono capitali enormi per partire. In effetti in questi giorni a Lido Adriano ha aperto in tempi record Euro Spin; presto a Ravenna aprirà un Despar nell’area ex Francia a due passi dal Lidl e dal Conad di via Galilei. E’ in programma anche l’apertura di un nuovo Conad in via Antica Milizia. Poi forse ci sarà un supermarket in via Bonifica di fronte a Barbè (comparto S9 del POC 2015). 

Gianluca non teme la concorrenza perché il suo “negozio diffuso” tra Porto Fuori e Godo, poggia su tre punti di forza:
1) i buoni prezzi applicati alla clientela grazie alla rete di distribuzione Conad;
2) il rapporto diretto e fiduciario con una clientela di vicinato;
3) le posizioni centrali in paese. L’unico punto debole del nostro Conad è il parcheggio  clienti, anche se sopperisce in parte quello più prossimo del Barakka caffè.

Il Punto vendita di Porto Fuori è stato ampliato nel 2002 quando la struttura originale venne sopraelevata, con l’aggiunta di appartamenti, venduti quando il mercato “tirava”. Gianluca è un esempio concreto che ci dice ancora che quando c’è impegno e dedizione al lavoro (e un po’ di fortuna), i risultati e le soddisfazioni arrivano puntuali. 

(Giorgio Ravaioli)