Stendardo

logo-9-tondoL’idea di costituire un’associazione venne in mente ad Ercole Ceroni  e Don Fuschini la propose agli amici convenuti in parrocchia il 2 gennaio del 1952. La proposta suscitò subito l’interesse di tutti i presenti all’incontro.
STATUTO – L’amico Paolo Maranini, mente molto fertile di idee, ebbe il compito di proporre una bozza di statuto, un nome e un simbolo per il nuovo sodalizio.
IL LOGO DELL’ASINO – Paolo Maranini, professore a Bologna, venne a conoscenza che un gruppo di studenti milanesi aveva adottato,  come proprio simbolo, un asino rampante. L’idea  piacque e tutti e ben presto l’asino rampante divenne il simbolo della Compagnia. Lo stendardo con l’asino rampante accompagna, da oramai 65 anni, la “Compagnia del buon umore”  in tutti i teatri della Romagna.
AIUTO DEI COLLEGHI PROFESSORI – Don Francesco, professore di religione nella scuola media San Pier Damiano di Ravenna, con orgoglio parlò ai suoi colleghi di ciò che stava accadendo nella sua parrocchia. Ne parlò con trasporto tanto da trovare subito colleghi pronti ad aiutarlo nella costruzione del nuovo vessillo. Il disegno fu opera del professore Mario Bonazzi, insegnate della Damiano. Per la parte esecutiva intervenne la professoressa Maria Luisa Toni di Ravenna, insegnante di economia domestica, che utilizzò seta bianca su cui ricamò l’asinello su stoffa blu.